L. E. S. Liceo Economico Sociale


Il Liceo Economico - sociale è una novità ancora poco conosciuta nell’ambito della scuola italiana, “un liceo della contemporaneità e della complessità”, che unisce una solida preparazione insieme umanistica e scientifica allo studio del diritto e dell’economia, delle scienze sociali, della matematica e della statistica, di due lingue straniere, e ha una spiccata vocazione allo studio interdisciplinare. Tali innovazioni proiettano questo indirizzo verso la dimensione della complessità, tipica del mondo contemporaneo, sulla base di un impianto liceale orientato alla costruzione di competenze.

La presenza di 2 lingue straniere (Inglese e una seconda lingua a scelta tra Francese, Tedesco e Spagnolo) fornisce allo studente gli strumenti per inserirsi nella realtà produttiva complessa, articolata e multilaterale tipica della società odierna.

Lo studio gli fornisce inoltre le categorie antropologiche e sociali utili per la comprensione e classificazione dei fenomeni culturali e lo sviluppo della capacità di misurare e interpretare, con l’ausilio di adeguati strumenti matematici, statistici ed informatici, i fenomeni economici e sociali. Anche le discipline filosofiche, storico-geografiche e scientifiche forniscono strumenti per comprendere le interdipendenze tra i fenomeni internazionali, nazionali, locali, identificando il legame esistente fra i fenomeni culturali, economici e sociali e le istituzioni politiche in relazione alla dimensione nazionale, europea e globale.

La scuola ha previsto di fornire agli studenti che si iscriveranno al LES l’utilizzo di un tablet in comodato gratuito, per incentivare l’uso della rete e delle nuove tecnologie e favorire l’abitudine ad un loro utilizzo consapevole nella prospettiva dell’inserimento in realtà produttive in cui esse sono fondamentali.

Diploma: LICEO DELLE SCIENZE UMANE

Quadro orario

 ORARIO LES 

 * Antropologia, Pedagogia, Psicologia e Sociologia   ** con Informatica al primo biennio   *** Biologia, Chimica, Scienze della Terra

 

N.B. È previsto l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato.