IL COMITATO STUDENTESCO HA INCONTRATO LA MINISTRA BONETTI

Il Comitato Studentesco del Liceo Morandi di Finale Emilia ha incontrato la Ministra Bonetti

Il Morandi, da anni, ha istituito il Comitato Studentesco, ovvero l’assemblea di tutti i rappresentanti di classe, dei rappresentanti di istituto e degli studenti eletti nella Consulta provinciale degli studenti. Un gruppo di circa 90 ragazzi e ragazze che, in diverse occasioni, hanno avuto quest’anno l’opportunità di conoscere personalità della vita pubblica e di interagire con esse. Dopo il Cardinale Zuppi, Arcivescovo di Bologna nominato in questi giorni Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, la Rappresentante per l’Italia dell’UNHCR dott.ssa Chiara Cardoletti, il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna Davide Baruffi, ultimo incontro dell’anno con la Ministra Bonetti. 

Il percorso di cittadinanza attiva intrapreso dai ragazzi del Liceo Morandi di Finale Emilia ha visto, in data 21 maggio 2022, lo svolgersi della sua ultima tappa: l’incontro in aula magna con la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Prof.ssa Elena Bonetti.

Durante questa giornata, i ragazzi che compongono il Comitato Studentesco hanno avuto l’occasione di dialogare con la politica nazionale, spesso sentita lontana, e hanno colto la possibilità di sentirsi ascoltati e allo stesso tempo chiamati a cambiare l’Italia di domani.

Nonostante la breve visita, la Ministra ha trattato temi cari ai giovani di oggi i quali sono stati invitati a cogliere gli strumenti e le occasioni che il Paese e la società offrono loro; ha inoltre ribadito la necessità dell’informazione, sia quella fornita dalla scuola che quella ricercata autonomamente. Ha riportato la centralità che deve essere assegnata, nella definizione delle risorse del PNRR, alle politiche per i giovani, per la scuola e per il futuro. 

Infine ha salutato i ragazzi con un consiglio che racchiude le speranze che lei, e dunque le Istituzioni, hanno in noi uomini e donne di domani: “osare in grande”. Senza obiettivi alti e senza desideri per i quali essere pronti a spendersi, il mondo e la nostra Italia non potranno diventare luoghi migliori di quando li abbiamo imparati a conoscere.  

Breve ma esistenziale consiglio con il quale la Dirigente e i docenti intendono salutare i ragazzi del Liceo e attraverso cui vogliono ricordare ai maturandi che nessun ostacolo sul futuro percorso sarà insormontabile, purché sappiano affrontarlo con passione, studio e determinazione.

Andrea Rinaldi (5X)